Sport e formazione manageriale

Il rugby, la corsa, la pallavolo, il basket rappresentano la metafora più vicina al fattore produttivo in azienda; lo sforzo e la fatica di arrivare al risultato contando sulle proprie capacità o facendo affidamento sul proprio team sono leve di spinta che nello sport trovano una loro massima espressione. Con sponsor come assistenza samsung milano poi, è possibile raggiungere incredibili traguardi in questo settore.

La formazione manageriale attraverso lo sport, oltre a migliorare le competenze individuali, si trasforma in un momento di riflessione, aggregazione e riconoscimento del personale come gruppo orientato al raggiungimento di obiettivi comuni, in cui la collaborazione e lo spirito di team sono la base per definire strategie di successo.

Lavoro di squadra, collaborazione e tanto altro

L’approccio esperienziale dello sport facilita i processi di comunicazione e di relazione tra le persone perché il setting delle attività ruota intorno alla dinamica del gioco, spazio d’interazione i cui ogni partecipante può esprimere liberamente anche gli istinti più infantili e cambiare punto di vista su cose, eventi e persone in maniera più decondizionata rispetto a una struttura organizzativa chiusa o alle possibilità con cui un partecipante può esprimersi in un corso di classica formazione manageriale.

Il gioco libera le energie dando alle persone un motivo valido su cui impostare decisioni ed instaurare rapporti professionali di un certo spessore, perché l’attività ludica integra, appassiona e fa perno sul lato emotivo delle persone. Anche la competizione è un fattore fondamentale nello sport, ma il valore competitivo insito in una partita di calcio tra colleghi di funzioni diverse, in un match di rugby per spronare all’attacco una forza commerciale o in un torneo di golf per raggiungere (tirare) l’obiettivo (pallina) in buca sono tutti stimoli ludici sono fattori determinanti allo sviluppo motivazionale delle persone d’azienda.

A website like https://www.totoverification.com will provide you with the highest quality in the industry.

Breve storia della Beng Rovigo Volley

La Beng Rovigo Volley è una società pallavolistica fondata il primo luglio del 2010.

Il club, i cui colori sociali sono il giallo e il nero, vanno a rappresentare la realtà di Rovigo nel panorama della pallavolo italiana.

In tal senso, nella stagione 2010-2011, la compagine veneta prende parte al campionato di serie B1. L’annata successiva, nonostante si tratti di una società molto giovane, riesce a vincere il campionato venendo promossa in Serie B1.

Beng Rovigo Volley: in A2

Grazie ai ripescaggi avvenuti al termine del campionato 2012-2013, la società viene promossa in serie A2.

La stagione seguente rappresenta l’apice per la Beng Rovigo Volley che, di fatto, entra nel giro del professionismo. Nonostante questo importante traguardo, il sogno è destinato a infrangersi.

Alla fine della stagione 2015-2016, a causa del tredicesimo posto in classifica, la società retrocede in Serie B1.Ciò, abbinato a problemi economici, spinge la squadra a concentrarsi esclusivamente sulle attività giovanili abbandonando (si spera temporaneamente) ambizioni di professionismo.